Language
Follow us
Estate in Umbria, tra arte storia e enogastronomia

Home > Enogastronomia

Assisi e la valle Umbra

Assisi e dintorni hanno salde tradizioni nella cucina e nella gastronomia della regione.

Di gusto superbo le paste fatte in casa come gli stringozzi conditi con sugo d'oca, i rigagli di pollo, il tartufo. Immancabili le carni cotte arrosto o alla brace, il maialino al forno, l'oca arrosto, l'agnello allo scottadito che rappresentano i piatti tipici tramandati da sempre e frutto di capi allevati da piccole aziende che pongono come primario obbiettivo la tipicità del prodotto locale. Anche i formaggi hanno una buona tradizione, freschi e stagionati.

Arrivando a Torgiano, sul versante opposto della valle rispetto a Perugia, si entra nell’omonima DOC Torgiano. Documenti e reperti attestano l’antichità della presenza della vite in questo territorio. Nel Museo del Vino sono conservate anfore ed altri oggetti connessi alla coltivazione della vite e alla produzione e conservazione del vino. Molto belle le basse colline che scendono da Brufa verso Miralduolo e Torgiano dove si coltiva , tra l’altro, Sangiovese, Canaiolo, Ciliegiolo e Montepulciano. Dietro Torgiano, Bettona, antica città che domina la valle di Assisi dal suo poggio. Tutto intorno stupendi boschi di leccio e cerro famosi perché ricchissimi di porcini.
Tra Assisi e Spello si attraversa una zona di straordinaria bellezza paesaggistica e fortemente vocata per la coltivazione dell’olivo e della vite. Siamo nella DOC Assisi, zona dove si producono ottimi rossi. La vista spazia su una valle piuttosto estesa che arriva fino a Spoleto.

L’olio extra-vergine d’oliva, prodotto in tutta questa vasta zona è considerato per le sue qualità uno dei migliori al mondo. Ne viene fuori un extra vergine equilibrato, spesso fruttato che ricorda il sapore dell’oliva fresca, ottimo per condire i piatti locali, le verdure e i grandi legumi di questa parte dell’Umbria. La sistemazione dei pendii con gli olivi ha creato questo paesaggio unico, misurata sintesi tra i biancori calcarei e i tenui argenti verdolini delle piante.

Da citare Costano, tra Bastia Umbra e Torgiano, famosa per la sua porchetta, maiale giovane arrostito intero e tenuto da un palo di legno, aromatizzato con aglio, finocchio selvatico ed altre spezie.Tra Assisi e Bevagna si incontra Cannara e la rinomata cipolla celebrata in una sagra che si tiene la prima metà di settembre. Le cipolle, raccolte alla fine di luglio, si intrecciano in bellissimi mazzi per conservarle poi durante l’autunno e l’inverno. Tanti sono gli utilizzi culinari, classica è in Umbria, la schiacciata, focaccia bassa al forno che oltre alla cipolla ha spesso la salvia oppure il rosmarino.

iscriviti
Agriturist Umbria
Sezioni di Perugia, Terni ed Orvieto:

presso Confagricoltura Via. San Bartolomeo 79 Ponte San Giovanni 06087 Perugia
agriturist.perugia@confagricoltura.it | Tel +39.075.5970752 / | Fax +39.075.5970740 | P.IVA 94049440541